I blog di Yahoo Cinema

  • Point Break, il primo poster del remake

    Tornano Bodhi e l'agente Utah nel remake del film cult di Kathryn Bigelow: nel cast, Edgar Ramirez e Luke Bracey

    Point Break, i protagonisti delloriginale erano Keanu Reeves e Patrick Swayze (Getty Images)Point Break, i protagonisti delloriginale erano Keanu Reeves e Patrick Swayze (Getty Images)

    La Warner Bros ha diffuso il primo poster ufficiale di Point Break, il remake del celebre film del 1991 con Keanu Reeves e Patrick Swayze. L'immagine mostra due paracadutisti ad alta quota, sulla scia di un imponente carico di banconote. Edgar Ramirez sarà Bodhi, il capo di un gang rapinatori-surfisti che verrà infiltrata dall'agente dell'FBI Johnny Utah, interpretato da Luke Bracey. Completano il cast Teresa Palmer, Ray Winstone, Tobias Santelmann e Delroy Lindo. Diretta da Ericson Core, la pellicola uscirà il 25 dicembre 2015 negli Stati Uniti: la distribuzione in Italia sarà con molta probabilità rimandata alle prime settimane di gennaio.

    Point Break, il primo poster del remakePoint Break, il primo poster del remake

    Uscito nel 1991, Point Break si rivelò un successo al botteghino incassando oltre 80 milioni di dollari. In quell'occasione in cabina di regia sedeva Kathryn Bigelow, futuro Premio Oscar nel 2010 con The Hurt Locker, all'epoca ancora moglie di un altro grande del grande schermo, James Cameron.

    La trama dell'originale faceva perno sulla complessa

    Continua »di Point Break, il primo poster del remake
  • Lo Straordinario Viaggio di T. S. Spivet, l'avventura di un bambino prodigio nella clip in esclusiva

    Il regista de Il favoloso mondo di Amelie torna al cinema con le avventure di un giovane inventore: nelle sale a partire dal 28 maggio

    Uscirà il 28 maggio 2015 nelle sale italiane il nuovo film di Jean-Pierre Jeunet, il regista de Il favoloso mondo di Amelie. Basato sul romanzo Le mappe dei miei sogni di Reif Larsen, Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet ha per protagonista un ingegnoso bambino di 10 anni, interpretato da Kyle Catlett, con la passione la cartografia e le invenzioni.La sua esistenza è delimitata dai confini del ranch di famiglia nello splendido - ma isolato - stato del Montana: insieme al gemello Layton (Jakob Davies), vive con la madre (Helena Bonham Carter), un'esperta di insetti, il padre cowboy (Callum Keith Rennie) e una sorella (Niamh Wilson) la cui unica aspirazione è diventare Miss America. Quando il prestigioso Istituto Smithsonian lo insignirà del Premio Baird, T.S. Spivet non ci penserà due volte e salterà sul primo treno merci diretto per Washington.

    Nella clip che Yahoo presenta in esclusiva ai suoi lettori, il bambino viene accolto sul palco della cerimonia di consegna dei Baird Award

    Continua »di Lo Straordinario Viaggio di T. S. Spivet, l'avventura di un bambino prodigio nella clip in esclusiva
  • Paolo Sorrentino giura: "Altri quattro film e poi smetto"

    Dopo la delusione di Cannes, la "minaccia" del regista napoletano nel corso di un'intervista radiofonica: "Il cinema logora"

    Cannes 2015, Paolo Sorrentino al photocall di Youth - La giovinezza (Joel Ryan/Invision/AP)Cannes 2015, Paolo Sorrentino al photocall di Youth - La giovinezza (Joel Ryan/Invision/AP)

    Sarà l'amarezza per essere stato snobbato dalla giuria del Festival di Cannes. Sta di fatto che Paolo Sorrentino ha "minacciato" di essere pronto ad andare in pensione con qualche anno di anticipo. Intervistato da Serena Dandini per il programma StaiSerena, in onda su Radio 2, il regista napoletano ha lasciato intendere di voler girare soltanto altri quattro film prima di ritirarsi a vita privata. Commentando il suo imminente compleanno - il 31 maggio compirà 45 anni - Sorrentino si è lasciato sfuggire una promessa tutt'altro che rassicurante, almeno per i suoi fan: "Ci sono eccezioni lodevoli. Però è vero che invecchiando i registi peggiorano: è un lavoro molto logorante e io avrei intenzione di farne altri quattro. Ce li ho in testa tutti e quattro".

    Il regista, già Premio Oscar nel 2014 per La grande bellezza, ha poi aggiustato la mira ammettendo che il percorso che lo porterà a dire addio ai set cinematografici è ancora molto fluido e suscettibile a variazioni. "Non sono molto

    Continua »di Paolo Sorrentino giura: "Altri quattro film e poi smetto"
  • Omar Sharif Omar Sharif Mio padre ha l’Alzheimer, e non migliorerà”: a parlate è Tarek Sharif, figlio 58enne di Omar Sharif, l’attore egiziano protagonista del leggendario ‘Lawrence d’Arabia’ al fianco di Peter O’Toole che oggi, a 83 anni, si ritrova a lottare contro la malattia.

    In un’intervista rilasciata al quotidiano spagnolo El Mundo, Sharif Jr, che a soli 8 anni comparve in ‘Il dottor Zivago’ (altro ruolo iconico interpretato dal padre) nel ruolo del piccolo Yuri, ha rivelato che il padre si è ormai ritirato dalle scene proprio a causa della malattia, che gli rende difficile persino ricordare i titoli dei suoi celebri film e il luogo in cui sono stati girati. I sintomi, ha spiegato, hanno incominciato a manifestarsi nella loro piena potenza tre anni fa: “E’ difficile capire a che stadio sia arrivato, ma è ovvio che potrà soltanto peggiorare. Ci sono volte in cui sta meglio e altre in cui è molto confuso. Sa chi è, ma non per quale motivo riceve i complimenti delle persone. Quando qualcuno lo vede per

    Continua »di Omar Sharif, leggendario protagonista di 'Lawrence d’Arabia' e 'Il dottor Zivago' ha l’Alzheimer
  • Io, Arlecchino: il debutto da regista di Giorgio Pasotti, il trailer in esclusiva

    L'attore bergamasco riscopre le sue origini nel suo primo film dietro la macchina da presa: al cinema dall'11 giugno 2015

    Giorgio Pasotti torna al cinema con Io, Arlecchino. Il film, nelle sale a partire dall'11 giugno 2015, segna il debutto in cabina di regia dell'attore bergamasco in tandem con Matteo Bini, che della pellicola è anche co-sceneggiatore insieme a Maurice Caldera.

    Sul grande schermo, Pasotti interpreta Paolo, un noto conduttore televisivo - di quelli che capita spesso di vedere nei pomeriggi dei canali generalisti - costretto a lasciare improvvisamente Roma per raggiungere il padre Giovanni (Roberto Herlitzkain un piccolo borgo medievale in provincia di Bergamo. Il genitore, un ex attore ormai anziano e gravemente ammalato, rivela al figlio l'intenzione di voler trascorrere gli ultimi mesi di vita rimastagli a recitare nella piccola compagnia teatrale del paese, portando in scena il suo ruolo più famoso, Arlecchino. Il soggiorno forzato spingerà Paolo a riscoprire le proprie radici in un viaggio che ne ridefinirà l'identità personale, a discapito della scintillate carriera nel mondo

    Continua »di Io, Arlecchino: il debutto da regista di Giorgio Pasotti, il trailer in esclusiva
  • San Andreas, la devastazione della Natura nella clip in esclusiva

    Dwayne Johnson cerca di salvare la sua famiglia nel nuovo catastrofico film di Brad Peyton, nelle sale dal 28 maggio 2015



    Yahoo
    presenta in esclusiva ai suoi lettori una clip di San Andreas, il nuovo film con Dwayne Johnson, in uscita nelle sale italiane a partire dal 28 maggio 2015. Diretta da Brad Peyton, la pellicola prende il nome dalla famigerata faglia di San Andrea che taglia a metà la California e il cui movimento è stato più volte responsabile in passato di devastanti terremoti.

    E proprio un terremoto - "the big one", come lo chiamano i californiani, "quello grosso" - mette in moto la trama del film: Dwayne Johnson interpreta Ray Gaines, un pilota dei pompieri di Los Angeles che dopo aver salvato l'ex moglie Emma (Carla Cugino) si mette alla ricerca della figlia Blake (Alexandra Daddario). Completano il cast Paul Giamatti, Archie Panjabi, Hugo Johnstone-Burt ed Art Parkinson.

    San Andreas, Carla Gugino e Dwayne Johnson in una scena del filmSan Andreas, Carla Gugino e Dwayne Johnson in una scena del film

    Per Johson, il film rappresenta un ritorno sul grande schermo dopo l'incredibile successo da Fast & Furious 7. L'occasione sembra aver galvanizzato il muscolissimo attore, tanto che in occasione della premiére del film,

    Continua »di San Andreas, la devastazione della Natura nella clip in esclusiva
  • Russell Crowe ricorda il matematico John Nash e la moglie Alicia: "Due menti bellissime"

    L'omaggio all'indomani della morte del Premio Nobel, morto in un incidente stradale: la sua vita era stata alla base di A beautiful mind

    John Nash e la moglie AliciaJohn Nash e la moglie Alicia

    Russell Crowe ha reso omaggio a John Nash, il matematico americano morto sabato pomeriggio insieme alla moglie Alicia in un incidente stradale nello stato americano del New Jersey. Aveva 86 anni. La travagliata esistenza dello studioso, afflitto da una grave forma di schizofrenia, è alla base di A beautiful mind di Ron Howard. Nel 2002 l'immedesimazione nei panni del geniale matematico valse a Crowe il Premio Oscar al Miglior attore e a Jennifer Connelly, che sul grande schermo prestò le proprie sembianze ad Alicia Nash, la statuetta per la Miglior attrice non protagonista.

    "Sono scioccato",  ha cinguettato l'attore su Twitter nelle prime ore di domenica. "I miei pensieri vanno alla famiglia di John e Alicia. Una straordinaria coppia: menti bellissime, cuori bellissimi". Anche la Connelly ha dedicato un ricordo alla coppia: "È una grande perdita: John e Alicia Nash erano un'ispirazione e nutro profonda ammirazione per quanto sono riusciti a raggiungere nelle loro vite".

    L'interpretazione di John Nash (sinistra) nel film A beautiful mind è valsa a Russell Crowe (destra) il Premio Oscar al Miglior attore  (Robert P. Matthews/Princeton University/Getty Images e David Mcnew/Getty Images)L'interpretazione di John Nash (sinistra) nel film A beautiful mind è valsa a Russell Crowe (destra) il Premio Oscar al Miglior attore (Robert P. Matthews/Princeton University/Getty Images e David Mcnew/Getty Images)

    Stando alla

    Continua »di Russell Crowe ricorda il matematico John Nash e la moglie Alicia: "Due menti bellissime"
  • Cannes 2015: Dheepan è il vincitore

    Festival di Cannes: la palma d'oroFestival di Cannes: la palma d'oro

    (KIKA) - CANNES - Non ci sono italiani fra i vincitori al 68esimo Festival del cinema di Cannes. La palma d’oro, in un’edizione molto francese, è infatti andata a Dheepan di Jacques Audiard.

    Il premio per la migliore attrice è invece andato ex aequo a Rooney Mara, per Carol, ed Emmanuelle Bercot per Mon roi, mentre Vincent Lindon, con La loi du marcé, è il miglior attore. “È il primo premio che vinco in vita mia” ha commentato commosso.

    Il Premio della giuria lo ha vinto The Lobster, di Yorgos Lanthimos, ambientato in un futuro distopico, dove a causa delle leggi in vigore le persone single vengono arrestate, trasferite in un hotel e obbligate a trovare un compagno nell'arco di 45 giorni. Il Gran Prix è invece andato a Saul Fia di Laslo Nemez, storia di un padre prigioniero ebreo in un campo di concentramento polacco, che vuole dare sepoltura al figlio.

    Nessun italiano premiato, gli unici compatrioti sul palco sono sono stati le presentatrici Valeria Bruni Tedeschi e Valeria Golino

    Continua »di Cannes 2015: Dheepan è il vincitore
  • Predestination, il trailer: la lotta di Ethan Hawke contro i paradossi temporali

    L'adattamento del racconto Tutti voi zombie arriva al cinema a partire dal 1º luglio 2015: nel cast, Ethan Hawke e un'ottima Sarah Snook

    I fratelli Spierig portano sul grande schermo uno dei racconti sci-fi più famosi di tutti i tempi. Scritto da Robert A. Heinlein ed uscito nel 1959, Tutti voi zombie è alla base di Predestination, il nuovo film del duo di registi australiani. In vista dell'imminente uscita, prevista per il 1º luglio 2015, Yahoo presenta in esclusiva il trailer della pellicola.

    Chiunque abbia letto il racconto originale di Heinlein ricorderà la trama come un susseguirsi di viaggi nel tempo che fanno perno su un unico ed inquietante paradosso. Ethan Hawke è un agente speciale che torna nel 1962 nella speranza di acciuffare un terrorista temporale. Sotto le mentite spoglie di barista, incontra John (Sarah Snook), l'autore di una nota serie di libri. L'uomo gli racconterà la sua travagliata esistenza, dall'improvviso abbandono del padre di sua figlia fino al cambio di sesso resosi necessario dopo la nascita della piccola. Il barista proporrà a John un viaggio nel tempo nella speranza di ritrovare la

    Continua »di Predestination, il trailer: la lotta di Ethan Hawke contro i paradossi temporali
  • Giuseppe Tornatore dirigerà un documentario su Ennio Morricone

    Ennio Morricone e Giuseppe Tornatore Ennio Morricone e Giuseppe Tornatore

    (KIKA) - CANNES - Nanni Moretti, Paolo Sorrentino e Matteo Garrone, fra gli italiani in gara a Cannes, aspettano ancora di sapere se conquisteranno uno dei premi della 68esima edizione del festival ma dalla città sulla Riviera francese arrivano buone notizie che riguardano il cinema italiano.

    Giuseppe Tornatore, che a Cannes ha vinto il gran premio della giuria per Nuovo cinema Paradiso nel 1988, sta infatti per realizzare un documentario basato sulla vita e l'opera del compositore Ennio Morricone, 86 anni.

    Le riprese dovrebbero iniziare nel mese di agosto. I due, grandi amici nella vita oltre che collaboratori, hanno lavorato insieme per la prima volta proprio in  Nuovo Cinema Paradiso, che si è aggiudicato anche l’Oscar come miglior film straniero. Una collaborazione che non accenna a terminare: nella Migliore offerta, l’ultimo film di Tornatore uscito nel 2013, la colonna sonora è opera di Morricone.

    Nel documentario, composto da interviste, filmati di repertorio e parti narrative,

    Continua »di Giuseppe Tornatore dirigerà un documentario su Ennio Morricone

Iscriviti ai blog

[X]

Come registrarsi

Passa su ogni sezione per registrarti usando i feed Aggiungi a Mio Yahoo o Feed RSS.

Yahoo Notizie offre tantissimi feed RSS che puoi leggere in Mio Yahoo o usando software per la lettura di news RSS di terzi. Fai clic qui per maggiori informazioni sui feed RSS e su come puoi utilizzarli con Yahoo Notizie.