Eva Green: «Io una vamp? Ma se sono timida e noiosa!»

I ruoli misteriosi sono diventati il marchio di fabbrica di Eva Green, 32 anni. Femme fatale e in odore di flirt con Johnny Depp, dopo esser stata strega (Dark Shadows e il serial Camelot), principessa (Le crociate) e Bond Girl (Casino Royale), in Womb interpreta finalmente una donna «normale». «È un ruolo di cui mi sono innamorata subito, perché è difficile da decifrare. È una donna comune, ma con un'idea non comune: decide di clonare il fidanzato morto in un incidente (Matt Smith, il nuovo Doctor Who, ndr) perché non può sopportare di vivere senza di lui».

Lei clonerebbe mai il suo compagno?

«Capisco che si possa desiderare di farlo, ma non credo arriverei a tanto».

La cosa più pazza che farebbe per amore?

«Stare insieme a qualcuno è già qualcosa di pazzo, perché l'amore è faticoso. All'inizio è sempre tutto bello, ma poi occorre impegno per evitare la routine».

Ecco la strega che ha sedotto Johnny Depp

Lei riesce a evitarla?

«Al momento non posso rispondere perché amo troppo la mia indipendenza e il mio lavoro per vivere con qualcuno».

Eva Green: «A Hollywood mi sento brutta»

Come sceglie i ruoli da interpretare?

«Non scelgo film per soldi o fama. Ho bisogno di innamorarmi della storia, che deve essere insolita, e del ruolo, che deve essere oscuro e misterioso, in contrasto con la mia timidezza».

Il "black carpet" di Dark Shadows: guarda

Come le femme fatale che spesso interpreta?

«Sì! Ma a volte il personaggio si sovrappone a te, perciò la gente pensa che io sia fredda, distante, una vamp appunto, ma in realtà sono timida! Sono sempre stata seria, quasi noiosa, e poi penso troppo: a volte dovrei tagliarmi la testa per smettere di pensare».

E non si sente mai sexy?

«Macché, sono consapevole di avere un alone misterioso, ma è solo perché spesso ho l'impressione di galleggiare in un sogno… Il mio look è solo un'armatura. Mi sento così, un po' strega e un po' geisha».

Ultimi post

Altri post >>