• Io, Arlecchino: il debutto da regista di Giorgio Pasotti, il trailer in esclusiva

    L'attore bergamasco riscopre le sue origini nel suo primo film dietro la macchina da presa: al cinema dall'11 giugno 2015

    Giorgio Pasotti torna al cinema con Io, Arlecchino. Il film, nelle sale a partire dall'11 giugno 2015, segna il debutto in cabina di regia dell'attore bergamasco in tandem con Matteo Bini, che della pellicola è anche co-sceneggiatore insieme a Maurice Caldera.

    Sul grande schermo, Pasotti interpreta Paolo, un noto conduttore televisivo - di quelli che capita spesso di vedere nei pomeriggi dei canali generalisti - costretto a lasciare improvvisamente Roma per raggiungere il padre Giovanni (Roberto Herlitzkain un piccolo borgo medievale in provincia di Bergamo. Il genitore, un ex attore ormai anziano e gravemente ammalato, rivela al figlio l'intenzione di voler trascorrere gli ultimi mesi di vita rimastagli a recitare nella piccola compagnia teatrale del paese, portando in scena il suo ruolo più famoso, Arlecchino. Il soggiorno forzato spingerà Paolo a riscoprire le proprie radici in un viaggio che ne ridefinirà l'identità personale, a discapito della scintillate carriera nel mondo

    Continua »di Io, Arlecchino: il debutto da regista di Giorgio Pasotti, il trailer in esclusiva
  • Russell Crowe ricorda il matematico John Nash e la moglie Alicia: "Due menti bellissime"

    L'omaggio all'indomani della morte del Premio Nobel, morto in un incidente stradale: la sua vita era stata alla base di A beautiful mind

    John Nash e la moglie AliciaJohn Nash e la moglie Alicia

    Russell Crowe ha reso omaggio a John Nash, il matematico americano morto sabato pomeriggio insieme alla moglie Alicia in un incidente stradale nello stato americano del New Jersey. Aveva 86 anni. La travagliata esistenza dello studioso, afflitto da una grave forma di schizofrenia, è alla base di A beautiful mind di Ron Howard. Nel 2002 l'immedesimazione nei panni del geniale matematico valse a Crowe il Premio Oscar al Miglior attore e a Jennifer Connelly, che sul grande schermo prestò le proprie sembianze ad Alicia Nash, la statuetta per la Miglior attrice non protagonista.

    "Sono scioccato",  ha cinguettato l'attore su Twitter nelle prime ore di domenica. "I miei pensieri vanno alla famiglia di John e Alicia. Una straordinaria coppia: menti bellissime, cuori bellissimi". Anche la Connelly ha dedicato un ricordo alla coppia: "È una grande perdita: John e Alicia Nash erano un'ispirazione e nutro profonda ammirazione per quanto sono riusciti a raggiungere nelle loro vite".

    L'interpretazione di John Nash (sinistra) nel film A beautiful mind è valsa a Russell Crowe (destra) il Premio Oscar al Miglior attore  (Robert P. Matthews/Princeton University/Getty Images e David Mcnew/Getty Images)L'interpretazione di John Nash (sinistra) nel film A beautiful mind è valsa a Russell Crowe (destra) il Premio Oscar al Miglior attore (Robert P. Matthews/Princeton University/Getty Images e David Mcnew/Getty Images)

    Stando alla

    Continua »di Russell Crowe ricorda il matematico John Nash e la moglie Alicia: "Due menti bellissime"
  • Cannes 2015: Dheepan è il vincitore

    Festival di Cannes: la palma d'oroFestival di Cannes: la palma d'oro

    (KIKA) - CANNES - Non ci sono italiani fra i vincitori al 68esimo Festival del cinema di Cannes. La palma d’oro, in un’edizione molto francese, è infatti andata a Dheepan di Jacques Audiard.

    Il premio per la migliore attrice è invece andato ex aequo a Rooney Mara, per Carol, ed Emmanuelle Bercot per Mon roi, mentre Vincent Lindon, con La loi du marcé, è il miglior attore. “È il primo premio che vinco in vita mia” ha commentato commosso.

    Il Premio della giuria lo ha vinto The Lobster, di Yorgos Lanthimos, ambientato in un futuro distopico, dove a causa delle leggi in vigore le persone single vengono arrestate, trasferite in un hotel e obbligate a trovare un compagno nell'arco di 45 giorni. Il Gran Prix è invece andato a Saul Fia di Laslo Nemez, storia di un padre prigioniero ebreo in un campo di concentramento polacco, che vuole dare sepoltura al figlio.

    Nessun italiano premiato, gli unici compatrioti sul palco sono sono stati le presentatrici Valeria Bruni Tedeschi e Valeria Golino

    Continua »di Cannes 2015: Dheepan è il vincitore
  • Predestination, il trailer: la lotta di Ethan Hawke contro i paradossi temporali

    L'adattamento del racconto Tutti voi zombie arriva al cinema a partire dal 1º luglio 2015: nel cast, Ethan Hawke e un'ottima Sarah Snook

    >

    I fratelli Spierig portano sul grande schermo uno dei racconti sci-fi più famosi di tutti i tempi. Scritto da Robert A. Heinlein ed uscito nel 1959, Tutti voi zombie è alla base di Predestination, il nuovo film del duo di registi australiani. In vista dell'imminente uscita, prevista per il 1º luglio 2015, Yahoo presenta in esclusiva il trailer della pellicola.

     

    >

    Chiunque abbia letto il racconto originale di Heinlein ricorderà la trama come un susseguirsi di viaggi nel tempo che fanno perno su un unico ed inquietante paradosso. Ethan Hawke è un agente speciale che torna nel 1962 nella speranza di acciuffare un terrorista temporale. Sotto le mentite spoglie di barista, incontra John (Sarah Snook), l'autore di una nota serie di libri. L'uomo gli racconterà la sua travagliata esistenza, dall'improvviso abbandono del padre di sua figlia fino al cambio di sesso resosi necessario dopo la nascita della piccola. Il barista proporrà a John un viaggio nel tempo nella speranza di ritrovare la

    Continua »di Predestination, il trailer: la lotta di Ethan Hawke contro i paradossi temporali
  • Giuseppe Tornatore dirigerà un documentario su Ennio Morricone

    Ennio Morricone e Giuseppe Tornatore Ennio Morricone e Giuseppe Tornatore

    (KIKA) - CANNES - Nanni Moretti, Paolo Sorrentino e Matteo Garrone, fra gli italiani in gara a Cannes, aspettano ancora di sapere se conquisteranno uno dei premi della 68esima edizione del festival ma dalla città sulla Riviera francese arrivano buone notizie che riguardano il cinema italiano.

    Giuseppe Tornatore, che a Cannes ha vinto il gran premio della giuria per Nuovo cinema Paradiso nel 1988, sta infatti per realizzare un documentario basato sulla vita e l'opera del compositore Ennio Morricone, 86 anni.

    Le riprese dovrebbero iniziare nel mese di agosto. I due, grandi amici nella vita oltre che collaboratori, hanno lavorato insieme per la prima volta proprio in  Nuovo Cinema Paradiso, che si è aggiudicato anche l’Oscar come miglior film straniero. Una collaborazione che non accenna a terminare: nella Migliore offerta, l’ultimo film di Tornatore uscito nel 2013, la colonna sonora è opera di Morricone.

    Nel documentario, composto da interviste, filmati di repertorio e parti narrative,

    Continua »di Giuseppe Tornatore dirigerà un documentario su Ennio Morricone
  • La carriera di Reese Witherspoon si tinge di magia. Già, perché la quotatissima attrice statunitense, Oscar come miglior attrice nel 2005, sarà Trilli, la fata nota anche come Campanellino, in un film live-action intitolato “Tink”, e incentrato su quello che è divenuto uno dei personaggi più amati del classico Disney Peter Pan.

    Del film, d’altra parte, Witherspoon sarà anche produttore, insieme al suo partner nella società produzione Pacific Standard, Bruna Papandrea. E non si può certo dire che la somiglianza tra lei e la fatina alata di Peter Pan non ci sia.

    A scrivere la sceneggiatura sarà Victoria Strouse, già autrice del sequel de “Alla ricerca di Nemo”, “Alla ricerca di Dory”. Per il progetto, ancora in fase di sviluppo, non è stato ancora ingaggiato, tuttavia, un regista. Dalle indiscrezioni finora note, “Tink” svilupperà in parallelo la trama di Peter Pan, raccontando vicende e retroscena che la storia originale tralascia, sul modello di quanto fatto con Maleficent. Al

    Continua »di La Disney farà un film su Trilli, e a interpretarla sarà lei
  • Trilli, in arrivo il nuovo film in live-action: ecco chi la interpreterà

    L'indiscrezione dell'Hollywood Reporter sul nuovo progetto della Disney: la sceneggiatura affidata all'autrice del sequel di Alla ricerca di Nemo, Victoria Strouse

    Reese Witherspoon arrives at the 21st annual Screen Actors Guild Awards at the Shrine Auditorium on Sunday, Jan. 25, 2015, in Los Angeles. (Photo by Richard Shotwell/Invision/AP)/INVW/917106008188/012515110206/1501261005, Richard Shotwell/AP/SIPAReese Witherspoon arrives at the 21st annual Screen Actors Guild Awards at the Shrine Auditorium on Sunday, Jan. 25, 2015, in Los Angeles. (Photo by Richard Shotwell/Invision/AP)/INVW/917106008188/012515110206/1501261005, Richard Shotwell/AP/SIPA

    Dopo anni al seguito di Peter Pan, Trilli si è finalmente guadagnata il suo momento di gloria. Stando all'indiscrezione riportata dall'Hollywood Reporter, la Disney ha dato il via libera alla produzione di un film in live action interamente incentrato sulla fatina alata. Una scelta che conferma il fortunato percorso intrapreso dallo studio hollywoodiano con la riscoperta di grandi classici - vedi Alice nel paese delle meraviglie e  Maleficent.

    Ad interpretare l'inseparabile amica di Peter Pan sarà incaricata Reese Witherspoon, che del film è anche produttrice (coincidenza!). L'attrice dovrà confrontarsi con la versione di Trilli - o Campanellino, che dir si voglia - fornita da Julia Roberts in Hook - Capitano Uncino, nel cui cast figuravano anche Dustin Hoffman e Robin Williams. Il compito di stendere la sceneggiatura è stato invece affidato a Victoria Strouse, già autrice di Alla ricerca di Dory, sequel targato Pixar di Alla ricerca di Nemo la cui uscita è prevista per il 2016.

    Continua »di Trilli, in arrivo il nuovo film in live-action: ecco chi la interpreterà
  • Fuori dal coro, il primo film del regista che ha cucinato per Robert De Niro

    A guidare Sergio Misuraca nel suo lavoro non c'è solo il folle amore per il cinema, ma anche la passione per la cucina. Che gli ha portato fortuna

    Sergio Misuraca ha avuto un chiodo fisso nella vita, sempre: fare il regista. Fare quei film che avrebbe voluto vedere al cinema. Ora può dire di avercela fatta. Dal 4 giugno infatti sarà nelle sale "Fuori dal Coro", il suo primo lungometraggio con tra gli altri Dario Raimondi, Alessandro Schiavo, Alessio Barone, Ivan Franek, Aurora Quattrocchi. Ecco una clip in esclusiva per Yahoo Cinema del film.

    Ma per mettersi dietro la macchina da presa e realizzare il suo sogno, ha percorso una lunga strada che passa anche da Hollywood. Qui non ha lavorato nel cinema, ma ha scoperto di esser bravo anche in qualcos'altro: la cucina.

    Sergio Misuraca, infatti, non è solo un regista, ma è anche un ottimo cuoco. Oggi, 42enne, è il proprietario di El Bocadito, ristorante messicano che ha aperto a Terrasini. Ma a 21 anni ha cucinato niente meno che per Robert De Niro.

    "Il primo incontro con De Niro è stato un caso", ci racconta Misuraca. "Ci siamo incontrati al ristorante Toscana, dove lui era entrato

    Continua »di Fuori dal coro, il primo film del regista che ha cucinato per Robert De Niro
  • The Lobster, Colin Farrell rivela la disgustosa dieta seguita per ingrassare

    Fra cheeseburger e gelato sciolto, l'alimentazione dell'attore irlandese in vista del ruolo di un single incallito nel film di Yorgos Lanthimos

    The Lobster, Colin Farrell in una scena del filmThe Lobster, Colin Farrell in una scena del film

    The Lobster, il nuovo film del regista greco Yorgos Lanthimos, è stato presentato lo scorso fine settimana al Festival di Cannes. La pellicola, nel cui cast figurano Colin Farrell, Rachel Weisz, John C. Reilly e Léa Seydoux, è ambientata in un futuro distopico in cui i single sono costretti a trovarsi un compagno, o una compagna, nell'arco di 45 giorni, a meno che non si voglia finire esiliati in un bosco con le sembianze di un animale.

    Intervistato dall'Hollywood Reporter, Farrell ha rivelato la dieta a cui si è sottoposto per interpretare al meglio Dave, il protagonista del lungometraggio. L'attore irlandese è stato costretto a metter su ben 18 chili di ciccia - niente muscoli, per favore - nell'arco di poche settimane. Un'impresa tutt'altro che semplice e non esattamente salutare per il fisico.

    "Prendevo il gelato, lo mettevo nel microonde per squagliarlo e berlo. Due cheeseburger, patatine fritte e Coca-cola, due fette di torta al cioccolato alle 10 del mattino non è divertente. E

    Continua »di The Lobster, Colin Farrell rivela la disgustosa dieta seguita per ingrassare
  • Maggie Gyllenhaal: "Mi hanno detto che sono troppa vecchia". Ma ha solo 37 anni

    L'attrice doveva interpretare l'amante di un uomo di mezza età. Poi il rifiuto: "Dopo la rabbia, ci ho riso sopra"

    Maggie Gyllenhaal: At 37 I was ‘too old’ to star opposite a 55-year-old manMaggie Gyllenhaal: At 37 I was ‘too old’ to star opposite a 55-year-old man

    Si torna a parlare dell'età delle attrici a Hollywood. A rinfocolare il dibattito questa volta è l'attrice Maggie Gyllenhaal, che, ai microfoni di The Wrap, ha dichiarato di essersi stata vista negare un ruolo per via della data di nascita sulla carta d'identità: "Ci sono cose molto deludenti nell'essere un'attrice ad Hollywood che mi continuano a sorprendere. Ho 37 anni e di recente mi è stato che detto che sono troppo vecchia per interpretare l'amante di un uomo di 55 anni. È stato sbalorditivo".

    L'attrice ha preferito non rivelare il titolo del progetto a cui è legato il rifiuto, ma non ho potuto fare a meno di esprimere disappunto per l'esperienza. "Ci sono rimasta male, poi mi ha fatto arrabbiare. Solo alla fine mi sono messa a ridere", ha confessato la Gyllenhaal.

    Maggie Gyllenhaal riceve un premio ai Gracies Awards 2015 (Chris Pizzello/Invision/AP)Maggie Gyllenhaal riceve un premio ai Gracies Awards 2015 (Chris Pizzello/Invision/AP)

    "Al momento ci sono molte attrici che stanno lavorando benissimo", ha aggiunto fiduciosa la Gyllenhaal. "Interpretano donne vere, donne complesse. Non sono per nulla disperata e sono alla ricerca di qualcosa di

    Continua »di Maggie Gyllenhaal: "Mi hanno detto che sono troppa vecchia". Ma ha solo 37 anni

Ultimi post

Altri post >>