Andy Serkis debutta alla regia con La fattoria degli animali di Orwell

Andy Serkis debutta alla regia con La fattoria degli animali di Orwell65 anni dopo la sua pubblicazione, La fattoria degli animali di George Orwell torna al cinema grazie ad Andy Serkis. Storico 'volto' e 'corpo' di Gollum ne Il Signore degli Anelli, recentemente promosso a regista di seconda unità della trilogia de Lo Hobbit di Peter Jackson, l'attore dirigerà proprio il romanzo di Orwell, capolavoro editoriale ed allegoria del totalitarismo sovietico del periodo staliniano.

"Abbiamo trovato un modo piuttosto nuovo per farlo. Si tratta di usare la performance capture, ma useremo una fusione di stili di riprese per creare gli ambienti giusti. Manterremo la sua natura favolistica per un pubblico di famiglie. Non tratteremo l'aspetto politico con mano pesante. Sarà bilanciato emotivamente in un modo che non credo sia mai stato visto prima. Il punto di vista che useremo sarà un po' diverso da come normalmente è descritto, e per quel che riguarda i personaggi li esamineremo sotto una nuova luce".

Queste le parole di Serkis, da sempre 'attore in performance capture'. Per Jackson, suo mentore, Andy è diventato persino King Kong. Solo nel lontano 1954 il cinema osò portare in sala il capolavoro orwelliano, grazie ad un cartoon realizzato da Joy Batchelor e John Halas. Celebre la trama:

Gli animali della fattoria Manor decidono di ribellarsi al padrone e di instaurare una loro democrazia. I maiali Napoleon e Snowball capeggiano la rivoluzione che però ben presto degenera. Infatti Napoleon, dopo aver bandito Snowball, introduce una nuova costituzione: "Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri". La dittatura e la repressione fanno riappacificare gli animali con gli uomini che ormai non appaiono più agli exrivoluzionari molto diversi da loro.

Ultimi post

Altri post >>