Che fine ha fatto il bimbo di “Il sesto senso”?

Solo su Yahoo!

"Che fine hanno fatto?": la rubrica che ogni settimana indaga sui personaggiicona di cui hai perso le tracce.

Secondo una statistica solo uno su venti bambini attori prodigio continua a lavorare nella comunità professionistica degli adulti. Non si sa se Haley Joel Osmen sarà uno di quelli. Di certo essere stato protagonista di due giganteschi successi come "Il sesto senso" (1999) e "A.I. - Intelligenza Artificiale" (2001), potrebbe bastargli per condurre una vita agiata. Ma si sa, quando la fama arriva, porta con sé un sacco di contrindicazioni. E quindi non ha sorpreso nessuno sentire dei suoi problemi con l'alcol e la droga.

[CHE FINE HA FATTO MARIANGELA FANTOZZI?]

"Vedo la gente morta", diceva a Bruce Willis in una nota scena. E stava per passare tra i più e incontrarla di persona, la gente morta, quando nel 2006 quando, a 18 anni, si andò a schiantare con l'auto che guidava, contro un albero, riportando molte ferite e fratture. Fu processato per guida in stato di ebbrezza e possesso di marijuana e venne condannato a tre anni di libertà condizionata, 60 ore in un programma di riabilitazione per alcolisti, una multa di 1.500 dollari e 30 incontri con gli Alcolisti Anonimi.

[CHE FINE HA FATTO IL BIMBO DI E.T?]

Hayley Joel Osment oggiLa sua carriera si era fermata al film dove recitava uno stralunato Pinocchio futuristico. Era stata luminosa la sua brevissima carriera giovanile, tanto che venne anche nominato agli Oscar 2000 come miglior attore non protagonista, perdendo contro Michael Caine (al fianco del quale reciterà poi in "Secondhand Lions"). È apparso in alcuni film fra cui "Un sogno per domani" e "Bogus - L'amico immaginario", ma non ha avuto più ruoli da protagonista e registi come M. Night Shyamalan o Steven Spielberg.

Hayley Joel Osment Ha doppiato Sora, protagonista del videogioco Kingdom Hearts della Disney, ma poi si è ritirato nella sua casa di Losa Angeles con i suoi genitori e sua sorella Emily, famosa per la sua interpretazione di Lilly Truscott in Hannah Montana, ad ascoltare R.E.M., Pink Floyd e Coldplay, e tenere compagnia alle sue due lucertole e a praticare il golf.

Il tempo che ha dedicato allo studio, si è infatti laureato alla University's Tisch School of the Arts nel 2010, gli ha consentito di progettare il suo ritorno alle scene, che avverrà a brevissimo con l'uscita di "Sassy Pants", con il suo primo ruolo gay (grasso), film in cui interpreta l'amante iper tatuato del protagonista (Ashley Rickards) in una storia che balla tra la commedia e il dramma.

Osment segue un regime alimentare vegetariano, che non gli impedisce di apparire imbolsito e irriconoscibile. Il suo swing golfistico tuttavia è molto migliorato negli anni tanto da farlo partecipare nella squadra nazionale nella All Star Cup del 2005 a fianco del campione PGA Mark O'Meara, e consentirgli di partecipare, spesso come vincitore, a tutti gli eventi di beneficenza legati a questo sport e alle celebrità. Lo attendiamo in canottiera a righe, ciuffo biondo e piercing.

Stefano d'Andrea

Ultimi post

Altri post >>