Che fine ha fatto Tomas Milian?

Solo su Yahoo!

"Che fine hanno fatto?": la rubrica che ogni settimana indaga sui personaggi - icona di cui hai perso le tracce.

Er MonnezzaEr MonnezzaQualche mese fa, rispondendo alle domande di Carlo Conti, Tomas Milian ha detto di aver trovato la sua patria in Italia, a Roma in particolare, e che è qui che si farà seppellire, quando verrà il momento. Ma se volete cercare Er Monnezza in carne ed ossa, dovete cercarlo altrove. A Miami, per la precisione.

CHE FINE HANNO FATTO? SCOPRI DOVE SONO FINITI I PERSONAGGI CHE HAI AMATO

Figlio di un generale del regime cubano di Gerardo Machado, poi arrestato in seguito al colpo di Stato di Fulgencio Batista, Tomás Quintín Rodríguez, detto Tomas Milian, lasciò L'Avana a circa vent'anni per riparare negli Stati Uniti dove ottenne la cittadinanza. A New York riuscì ad entrare all'Actor's studio, e successivamente a recitare in qualche piece teatrale di Broadway e, nel 1957, a partecipare alla serie televisiva Decoy. È così che inizia la carriera di quello che sarebbe diventato famoso in Italia, e non solo, come cowboy di spaghetti western e, successivamente, come poliziotto romano dalla parlata da borgataro e dalle maniere grezze ma efficaci. Milian passa misteriosamente attraverso la pantomima con Jean Cocteau, per entrare nel mondo dello spettacolo italiano dalla porta del Festival di Spoleto, dove viene notato da Mauro Bolognini che lo introdurrà al cinema d'autore, portandolo a lavorare per Michelangelo Antonioni , Bernardo Bertolucci, Luchino Visconti e Pier Paolo Pasolini.

Il grande successo però arriva con film polizieschi che la critica ufficiale ha sempre giudicato di qualità inferiore ma che oggi sono diventati dei cult movie. Er Monnezza, il personaggio che lo caratterizza di più,  ha la voce di Ferruccio Amendola, che Milian sostiene di aver scelto di persona, ben prima che diventasse famoso.
Il passare del tempo ha consentito poi all'attore cubano-romano di tornare in qualche modo a recitare in produzioni di maggiore qualità, tra cui svetta insuperabile la prova in "Traffic" di Steven Soderbergh, dove soverchia Benicio Del Toro con sguardi che sanno poco di Trastevere e tanto di America latina.

Tomas MilianTomas Milian

Nel passato ancor più vicino ha recitato di fianco a Dustin Hoffman e Bill Murray in The lost city, il film che Andy Garcia ha voluto dedicare alla sua Cuba sofferente. Ed è ancora senza acquirenti la fiction in due puntate dal titolo "Roma nuda", che ha finito di girare per la regia di Giuseppe Ferrara proprio questa primavera. Una produzione travagliata che non ha impedito il completamento delle riprese e il montaggio in due lunghezze, una per il grande schermo e una per la tv. Tomas ha 77 anni e nonostante il suo amore per Roma continua a vivere là dove gli esuli cubani trovano la loro vera dimensione. Chissà se è a conoscenza dell'applicazione per i-Phone che gli è stata dedicata. E soprattutto chissà se riusciremo a vedere la sua ultima, per ora, fatica di attore.

Stefano D'Andrea

Ultimi post

Altri post >>