Che fine hanno fatto? – Thomas F. Wilson

Solo su Yahoo!

"Che fine hanno fatto?": la rubrica che ogni settimana indaga sui personaggi - icona di cui hai perso le tracce.

"Ma io quello l'ho già visto". Qualcuno di voi, guardando "The informant", avrà indovinato un volto familiare in uno dei due manager alle cui direttive lavora il protagonista del film, un Matt Damon tanto imbruttito quanto determinato a perseguire i propri ideali di onestà e rettitudine. Inseguendo quel volto, qualcuno avrà magari cercato in rete scoprendo che a interpretare quel manager è un certo Thomas F. Wilson. E avrà infine pensato: "Ma dai!".

Già, perché prima di tutto Thomas F. Wilson è l'attore che ha impersonato Biff Tannen, l'antagonista di Michael J. Fox nella trilogia "Ritorno al futuro". Biff era il bullo della scuola dove Marty McFly era capitato dopo l'esperimento di viaggio nel tempo ingegnato da Christopher Lloyd ("Doc" Emmett L. Brown). Il suo personaggio era un grosso e stupido ragazzotto americano che viveva con la nonna e aveva un'indole cattiva. Uno poco ragionevole e molto manesco. La trilogia lo ha obbligato a rimanere imprigionato nel suo ruolo per alcuni anni, ed è stato poi difficile riciclarsi in nuove parti negli anni successivi.

Thomas, inoltre, possiede da sempre una fisicità ingombrante e inconfondibile, ma probabilmente manca del talento di altri suoi colleghi. Ecco perché col passare degli anni ha percorso varie strade parallele, nella sua vita, alla fine del terzo episodio della saga, dal 1990 in poi. Nel mondo della recitazione ha evitato il video e ha continuato a lavorare principalmente con la propria voce, doppiando personaggi secondari in cartoni o serie animate come Gargoyles, Batman o Spongebob. In questa veste ha partecipato anche alla produzione di videogiochi come Wing Commander III, e alle successive release.

Se al cinema non ha trovato molto spazio (almeno fino al suddetto "The informant", datato 2009), Thomas, come molti altri, è invece apparso nelle serie televisive interpretando una volta un paziente in "Doctor House", e un'altra un'ex poliziotto in "Boston legal". La sua carriera si è inoltre caratterizzata per le sue performance come stand up comedian e cantante, girovagando per gli Stati Uniti con i suoi pezzi di critica sociale alternati alle canzoni a tema evangelico, che compone e interpreta.

Già, perché una sua seconda vita parallela è quella del "cristiano rinato", che conduce attivamente la sua missione usando il suo talento. In una nazione dove circa un quarto della popolazione si definisce così e dove i telepredicatori radunano nei palazzi dello sport, alle proprie "messe", decine di migliaia di fedeli, la sua musica e le sue esibizioni sono destinate ad avere sempre più spazio e successo.

Thomas F. Wilson, oggi.

Ma il Nostro non è solo un attore e un cantante cristiano. Infatti, nel tempo, ha sviluppato la sua inclinazione per le arti visive ed è diventato (la sua terza vita parallela) uno stimato pittore. Le sue opere sono riconosciute di alto livello e sono forse la cosa migliore che stia facendo al momento. Avendo spesso come oggetto vecchi giocattoli per bambini si sono conquistate molti spazi di visibilità a Disneyland, dove sono esposte in un padiglione dedicato. Il bullo è cambiato, è il caso di dirlo.

Stefano D'Andrea

Scopri che fine ha fatto Debra Winger!

Scopri che fine ha fatto il Soldato Palla di Lardo!

Ultimi post

Altri post >>