Il film più bello di sempre è “La donna che visse due volte” secondo Sight & Sound

La solita classifica dei dieci film più belli di sempre, il solito campione: Quarto Potere di Orson Welles. E invece no: per la prima volta da tanto tempo il capolavoro con cui Welles esordì da regista nel 1941 non è il film più votato in un sondaggio che si ripete ogni dieci anni dal 1952, e che lo aveva sempre visto trionfare.

[CHE FILM GUARDI STASERA? I MIGLIORI FILM DEL 2012]

Il suo posto è stato preso da un altro film di indiscutibile bellezza, La donna che visse due volte, diretto nel 1958 da Alfred Hitchcock. La storia della sua reputazione come film è interessante: non era mai apparso nella classifica di Sight and Sound per tre decenni, per poi apparire al settimo posto nel 1982, salire al quarto nel 1992, al secondo nel 2002 e raggiungere la medaglia d'oro quest'anno.

Sight and Sound è la prestigiosa rivista del British Film Institute. Viene spesso accusata di essere puritana, elitaria e snob, ma i suoi sondaggi decennali hanno sempre grandissimo risalto. Il primo fu effettuato nel 1952, da allora ne sono stati realizzati sette, sempre coinvolgendo una lista di critici da tutto il mondo, invitati a fornire la loro top ten di sempre. Viene considerato il sondaggio più importante di questo genere. E' stato vinto da Ladri di biciclette nella sua prima edizione, poi sempre da Quarto Potere fino al  2002. L'unico film a essere sempre apparso nella lista è invece La regola del gioco di Renoir.

In questa ultimissima classifica del 2012 ecco chi troviamo: Quarto Potere è dunque sceso al secondo posto, al terzo c'è Tokyo Story, al quarto il francese La regola del gioco di Renoir, al quinto Aurora, il film americano di Murnau, al sesto Kubrick con 2001: Odissea nello spazio, al settimo un western, Sentieri Selvaggi, seguono L'uomo con la macchina da presa, La passione di Giovanna d'Arco e 8 e mezzo di Federico Fellini.

Ultimi post

Altri post >>