Il lavoro del fonico cinematografico

Fonico cinematograficoFonico cinematograficoIl fonico è una figura che spesso si sovrappone a quella del microfonista, ed è principalmente responsabile del suono in presa diretta del film. Spesso in Italia si vedono i film doppiati, per cui gran parte del lavoro del fonico, che consiste nel saper cogliere i dialoghi in maniera perfetta anche se in mezzo a contesti non insonorizzati, non viene apprezzata, se non nelle pellicole italiane. Per quanto riguarda i film stranieri esiste una linea della colonna sonora dove sono collocati tutti i rumori e i suoni che si sovrapporranno ai dialoghi in sede di doppiaggio.

La sua principale responsabilità è il posizionamento del microfono in fase di ripresa, generalmente un cosiddetto boom, gigantesco microfono direzionale molto sofisticato dalla lunga asta che permette un controllo preciso dello strumento a grande distanza dagli attori. Quando necessario, il fonico può posizionare anche microfoni wireless sugli attori. Il fonico deve stare attento a tutti i suoni sul set, e gestisce i ciak a seconda della rumorosità, dando gli stop al regista quando la qualità del suono non risulti adeguata. Decide dove posizionare i microfoni basandosi su una combinazione di fattori come la posizione della macchina da presa e il suo movimento, la fonte di luce (e quindi le ombre) il movimento degli attori e il volume medio della loro voce. Deve conoscere le scene parola per parola, immaginando anche le variabilità di dinamica.

Nessun fonico ama le scene in esterna e sarà sempre più sereno se potrà lavorare su un set controllato in studio. La sua professionalità si forma studiando tecniche del suono, abilità che possono tornare utili a chi si occupa di concerti come a chi lavora in radio e televisione, ma si affinano necessariamente sul campo, grazie all'esperienza necessaria per comprendere la molte combinazioni necessarie al buono sviluppo della scena. Poco protagonista e poco riconosciuto, il fonico è spesso preso di mira quando decide che sia necessario ripetere una scena per via della scarsa riuscita. Nei film sul cinema, e principalmente nelle opere di Francois Truffaut e Werner Herzog, la figura del fonico è molto presente, e viene descritta come seria, precisa e puntuale, ma spesso causa di grossissime scocciature per i registi.

Stefano D'Andrea

Ultimi post

Altri post >>