I migliori film del 2012 [VIDEO]

Solo su Yahoo!

I migliori film del 2012, si fa presto a dire. Non è bello ciò che bello... Insomma, la tiritera la si conosce. E poi, la risposta che ne consegue è pressoché automatica, e cioè: sì, ma esiste una scala oggettiva di valori. Ok, allora pensatela come volete ma sopportate questa videogallery, che intende segnalare i "migliori" film del 2012... finora.

[I MIGLIORI FILM DEL 2011: LA CLASSIFICA]

Ce n'é per tutti i gusti, dai blockbuster che hanno segnato questa prima metà di anno bisestile - vale a dire titoli come "The Amazing Spiderman" o The Avengers" - ai grandi drammi targati Hollywood come "Margin Call" e "Cosmopolis", alle fiabe come "Dark Shadows".

[I PEGGIORI FILM DEL 2011]

Per finire con qualche chicca cinefila, come "A Simple Life", "Il Sentiero" e "Polisse". Dalla gallery restano esclusi titoli che comunque noi spariamo in anarchico disordine qui di seguito: Men in Black 3, Biancaneve e il Cacciatore, Battleship, Hunger Games, John Carter, Chronicle, Titanic 3D, Chernobyl Diaries, Viaggio in paradiso, Marilyn, Iron Lady, La Talpa, J. Edgar, Hysteria, Paradiso amaro, Hugo Cabret, Diaz, Il dittatore, Sister, Hesher è stato qui, A Simple Life, Cesare deve morire, Il primo uomo, Polisse, Shame, Hunger.

Skyfall

Ci voleva Sam Mandes, regista oscarizzato di "American Beauty" e di altri titolo "d'autore" come "Revolutionary Road" o "Era mio padre" per vestire l'Agente 007 dei panni più drammatici e malinconici di sempre. Daniel Craig, sempre lui, è la spia britannica più famosa del mondo, in un'avventura che lo vede sfidare un cattivo coi fiocchi, volto e bravura dello spagnolo Javier Bardem. Spettacolare prologo d'azione pura sui tetti di Istanbul, e altrettanto spettacolare epilogo nel cuore della Scozia, nella casa dell'infanzia di James Bond. Senza contare che torna in scena la vecchia, leggendaria Aston Martin anni '60 che fu di Sean Connery. Un successo stratosferico al botteghino internazionale, per un 007 ancora in salute, e proprio in occasione dei 50 anni di vita cinematografica (il primo film uscì nel 1962). Auguri.

Bérénice Marlohe: molto conosciuta in Francia, la sua terra d'origine, ma praticamente sconosciuta altrove fino al suo debutto in Skyfall. E' modella, attrice televisiva ed è famosa per alcuni ruoli in fiction e serie tv. riduci 
1 / 16
ven 30 set 2011 17:00 CEST


Venuto al Mondo

Fogliettone strappalacrime, certo. Ma anche lungo racconto di una vita e di un amore a dispetto di tutto, a cominciare dalla guerra. Gemma (Penelope Cruz) torna dopo anni a Sarajevo insieme al figlio (Pietro Castellitto) e qui viene invasa dai ricordi di un amore perduto tra i fumi della guerra nei Balcani, quello per un fotografo americano (Emile Hirsch). Ad aspettarla a casa un marito "improvvisato" (Sergio Castellitto), mentre nella città che fu straziata dalla guerra la donna ritrova l'abbraccio del  vecchio amico poeta Goijko (Adnan Haskovic). Dall'omonimo romanzo di Margaret Mazzantini, un film che ha commosso il pubblico.

Una famiglia perfetta

É giunto Natale, la festa della famiglia. Da trascorrere tutti insieme, tra pranzoni, cenoni, tombola, regali, messa di mezzanotte e brindisi assortiti. Il problema è che Leone (Sergio Castellitto) è un ricco cinquantenne rimasto solo, forse a causa del suo caratteraccio. E siccome il denaro non gli manca, cosa fa? Affitta una famiglia per Natale: una compagnia di attori tenuti a reggere la parte per un giorno e mezzo, in una villa nella campagna fuori Todi. I problemi non mancheranno: il copione dice che Leone è sposato con Carmen (Claudia Gerini), la quale è però nella vita reale sposata al collega attore Fortunato (Marco Giallini), senza contare che Pietro e Luna (Eugenio Franceschini e Eugenia Costantini) si attraggono, ma dovrebbero recitare da fratello e sorella. Come andrà a finire? Lo spiega questa surreale e spiazzante commedia anti-natalizia diretta da Paolo Genovese.

Moonrise Kingdom

Wes Anderson  regista di culto, torna con una storia di amore e fuga adolescenziale che sa divertire e commuovere. In un'isoletta al alrgo della costa del New England, nella metà degli anni '60, due ragazzini si conscono a scuola e si innamorano. Insoddisfatti della propria vita famigliare, decidono di fuggire di acsa e passare un periodo vivendo all'avventura all'aperto. Il problema è che sulla zona sta per scatenarsi una bufera che verrà ricordata per anni. Gentiroi, capi-scout e polizia dell'isola si lanciano alla caccia dei due romantici fuggiaschi. Un cast stellare, con Ed Norton, Bruce Willis, Tild Swinton, Harvey Keitel, Frances McDormand e Bill Murray. E due giovani protagonisti debuttanti ( Jared Gilman e  Kara Hayward) da applausi.

Prometheus
Qualche cultore di “Alien” è rimasto deluso, ma il prequel diretto dallo stesso autore Ridley Scott è uno dei titoli sci-fi imperdibili del 2012. L'avventura ci porta su una luna distante anni luce, raggiunta da un team (tra cui spicca un archeologa interpretata da Noomi Rapace e un androide indimenticabile, volto e bravura di Michael Fassbender) per scoprire le origini dell'umanità. Forse siamo stati creati da una razza aliena? Forse quella stessa razza è stata creata da Dio? Chi può saperlo. Ma intanto su quel pianeta lontano ci sono uova di un entità terrificante (eh si, l'Alien) allevata dagli alieni per una precisa missione distruttiva. Spettacolarità a mille, una scena “fai da te” di... parto che rimarrà nella memoria del pubblico, e insomma una produzione fanta-milionaria che ha fatto parlare di sé per buona parte del 2012.

Hysteria
Come e dove è nato il vibratore? Domanda scabrosa nella prima parte (forse), divertentissima nella seconda. Difficile a crederci, ma nacque nell'Inghilterra vittoriana super-puritana. Ce lo racconta questa divertentissima commedia (del 2011 ma uscita in Italia nel 2012) superbamente girata e interpretata. Tanya Wexler si affida a un cast con Maggie Gyllenhaal Rupert Everett e il giovane Hugh Dancy per narrare come l'insoddisfazione femminile venne curata da un giovane medico timido e scrupoloso.
Le Belve
Il ritorno di Oliver Stone è da applausi. Eccellente il gangster-movie che sta per arrivare nelle sale italiane, incentrato sul traffico di droga e sui clan messicani che la gestiscono sul confine con gli Usa. I cosiddetti “buoni” sono anonimi (Taylor Kitsch, la bella Blake Lively e Aaron Johnson sono acqua fresca), ma i “cattivi” sono memorabili: divertente il poliziotto corrotto con volto di John Travolta, imperdibile Benicio Del Toro nel ruolo di sicario sadico, addirittura regale Salma Hayek nel ruolo di una zarina del narcotraffico

Diaz – Non pulire questo sangue
Cosa successe nei giorni del Social Forum di Genova nel 2011, nelle ore successive alla morte di Carlo Giuliani? Quale fu la meccanica della sanguinosa irruzione delle forze dell'ordine nella scuola genovese Diaz, con conseguente trasporto di alcuni attivisti nella caserma di Bolzaneto, dove avrebbero subito torture e umiliazioni? Una versione decisamente schierata ma ben narrata e girata ce la propone Daniele Vicari in questo dramma. Tra i film più discussi dell'anno

Il cavaliere Oscuro – Il Ritorno
Christopher Nolan torna a maneggiare l'epos di Batman con il suo inconfondibile stile: e il cavaliere Oscuro si fa sempre più cupo e drammatico, in una storia ambientata otto anni dopo la morte di Harvey Dent, in una Gotham solo in apparenza tornata all'ordine. Batman ha appeso le sue bat-armi al chiodo? Sembrerebbe. Ma quando ins cena torna un cattivo coi fiocchi, il temibile Bane dalla voce cavernosa e da un segreto indicibile, il cavaliere Oscuro deve tornare a combattere. Attesissimo ultimo episodio della saga del Pipistrello, il film offre un cast stellare, una tragedia greca in chiave moderna e una scenografia ipnotica. Di culto.

Il Cavaliere Oscuro - Il RitornoSono passati otto anni da quando Batman è scomparso nella notte, trasformato da eroe in fuggiasco, con la reputazione di difensore della legge macchiata per la morte del D.A. Harvey Dent. Tuttavia, la comparsa di un misterioso e scaltro "gatto ladro", ma soprattutto i pericolosi piani distruttivi messi in atto dal malvagio terrorista Bane, costringeranno Bruce a ritornare dall'esilio autoimpostosi e a indossare nuovamente cappuccio e mantello per aiutare la città e le forze di polizia nella loro lotta contr


The Twilight Saga: Breaking Dawn Part 2
Bella e Edward (Kristen Stewart e Robert Pattinson) celebrano uno storico (per i fan, perlomeno) matrimonio, hanno una focosa notte d'amore, hanno un figlio e scoprono, ebbene sì, che l'unione carnale tra un vampiro e una umana può produrre qualche problema. Sullo sfondo, la tradizionale sfida tra Vampiri e Volturi. La saga chiude i battenti, e il 2012 è l'anno che sancisce la fine della saga.

The Twilight Saga: Breaking Dawn - Part 2Finalmente Bella e Edward hanno coronato il loro sogno d'amore, si sono sposati e sono in attesa del loro primo figlio. La gravidanza si rivela però molto più accelerata di una normale gestazione umana tanto che la salute di Bella viene messa in serio pericolo. L'intervento di Edward salva la vita della neomamma che, trasformata in vampira, si appresta a vivere la sua nuova felice vita con il marito e la neonata Renesmee. Ma la convinzione da parte di alcuni vampiri che la bambina sia immortale, e che quindi potrebbe minare il segreto della loro esistenza, mette in serio pericolo il destino della famiglia Cullen...


Bella Addormentata
L'ultimo film di Marco Bellocchio era considerato tra i papabili vincitori all'ultima edizione del festival di Venezia. Delusione per il regista italiano (non ha vinto), eppure il film è un titolo fondamentale della stagione, da vedere. Prendendo come cornice il doloroso caso della morte di Eluana Englaro, il film narra le vicende parallele e intersecanti di alcuni individui legati dal destino e dalle proprie convinzioni in quel combattuto (mediaticamente) febbraio 2009 in cui il parlamento avrebbe dovuto approvare una legge sul fine-vita.Un Toni Servillo monumentale nel ruolo del senatore Beffardi. Un film che fa discutere ma che rispetta ogni posizione.

Bella addormentataSullo sfondo della drammatica vicenda di Eluana Englaro - in coma vegetativo per 17 anni e morta il 9 febbraio 2009, per interruzione dei suoi supporti vitali - si snodano le storie di diversi personaggi collegati emozionalmente al caso. L'approvazione o meno di una legge manda in crisi un senatore, diviso tra la fedeltà al partito o alla sua coscienza; e, aggiunto a questo, la figlia Maria si batte strenuamente per la vita di Eluana protestando di fronte alla clinica in cui è ricoverata. Ma Maria, ironia d


Titanic 3D
Il classico di James Cameron fine anni '90 è ritornato sullo schermo in veste 3D, per la felicità dei fan di questo film divenuto culto e per la curiosità delle nuove generazioni, che forse ne sanno poco delle romanticherie di Jack e Rose – Leo Di Caprio e Kate Winslet – ma che certo hanno la chance di sollazzarsi con la cronaca spettacolare del disastro nautico del transatlantico “Titanic” avvenuto nel 1912. Il centenario meritava una commemorazione speciale, e si è pensato al 3D.

Titanic Trailer italiano


Iron Lady
Chi era Margaret Thatcher? Ecco un eccellente film dove la fuoriclasse Meryl Streep interpreta l'ex Primo Ministro britannico – amato e discusso, disprezzato e esaltato – degli anni Ottanta. Luci e ombre di una donna straordinaria, che ha retto le sorti del governo di londra in un momento storico difficilissimo, quello della riforme necessarie nel Regno Unito e del confronto con l'Urss morente all'estero. La regista Phyllida lloyd aveva già lavorato con Meryl Streep per “Mamma Mia!”. Qui non si canta e si fa sul serio.

The Iron LadyOggi ottantenne, Margareth Thatcher, già primo ministro britannico dal 1979 al 1990, fa colazione nella sua casa londinese a Chester Square. Il marito Denis è morto ormai da molti anni ma la decisione di sgombrare finalmente il suo guardaroba la mette in forte stato di agitazione. Mentre si accinge a dare inizio alla giornata, l'uomo le appare vero, amorevole e rispettoso come quando era in vita. Nella cena che organizza quella sera, Margareth è come al solito brillante con gli ospiti ma ad un certo punto c


Reality
Di imminente uscita nelle sale italiane, il film di Matteo Garrone (già celebrato autore di “Gomorra”) è una cronaca grottesca e allucinata di un'ossessione: quella del pescivendolo napoletano Luciano per il programma tv “Grande Fratello”. Quando passa un primo provino, Luciano sacrifica la stabilità della propria famiglia e della propria vita al sogno di “entrare nella Casa”. Una descrizione crudele e disperata della volgarità moderna. Da vedere.

Reality Trailer italiano


The Avengers
Erano attesissimi dai fan del fumetto. I Vendicatori di casa Marvel, super-gruppo che raccoglie Thor, Hulk, Iron Man, Occhio di Falco, Vedova Nera e Capitan America è protno ad affrontare la malvagità del fratello di Thor, il potente Loki e una spettacolare invasione aliena. Al loro fianco, il servizio segreto S.h.i.e.l.d. guidato dal Colonnello Nick Fury. Un cast stellare e una delle (lunghe) scene d'azione e di combattimento più spettacolari a memoria cinematografica, nel film diretto da Joss Whedon.

The Amazing Spiderman

L'attesissimo reboot della saga di Spiderman, in un perfetto film d'azione che vede al centro una nuova narrazione delle origini del supereroe più amato di sempre. Un nuovo Peter Parker, con volto di Andrew Garfield, un regista spettacolare come Marc Webb, un cast impreziosita dalla brava Emma Stone e un cattivo da brividi: il terrificante lucertolone Lizard. Effetti speciali visivi da strabuzzare gli occhi. Blockbuster supereroistico principe di questa prima metà del 2012

Mission: Impossible - Protocollo Fantasma
L'ultimo episodio della saga M:I è letteralmente strabiliante sul fronte "action". L'agente Ethan Hunt (Tom Cruise) torna in azione in questa avventura ad altissimo tasso adrenalinico diretta da Brad Bird. La missione di Hunt e compagni è una corsa contro il tempo, per fermare un pericoloso terrorista che intende scatenare un conflitto nucleare tra americani e russi. Già sentito, direte voi. Ok, allora guardatevi la scena d'azione in cima al più alto grattacielo del mondo, magari su schermo Imax, e poi diteci cosa pensate. Quando vi sarete ripresi dallo svenimento, ovvio.

Dark Shadows
Una fiaba dark per l'ultimo film di Tim Burton, e la cosa non potrebbe stupire. É il suo mondo, si dirà. Ma la storia di "Dark Shadows" - ispirata alla celebre serie tv di Dan Curtis trasmessa negli States tra il 1966 e il 1971 - è di quelle che restano nella memoria. Non solo perché l'inseparabile Johnny Depp si cala magistralmente nei ruoli di un vampiro "buono" (si fa per dire...). Al suo fianco, una carrellata di personaggi intriganti, a cominciare da una cattiva sublime: Eva Green nei panni della strega Angelique, innamorata del Nostro e disposta a distruggere tutta la sua vita quando capisce che non può averlo. Colonna sonora musicale anni '60-'70 da brivido, scenografie sontuose.

Cosmopolis
Il film che forse farà più discutere di questa prima metà del 2012 è di David Cronenberg: dal romanzo omonimo di Don De Lillo, il regista di culto canadese tra un'opera grandiosamente decadente, impeccabile sul fronte visivo, claustrofobica, surreale e soprattutto cucita magistralmente addosso a un convincente Robert Pattinson, al suo primo ruolo "serio". É lui l'algido broker finanziario, ricchissimo, che attraversa la città per andarsi a tagliare i capelli dal parrucchiere di fiducia. Mentre è a bordo della sua lunghissima limousine, il mondo gli scorre fuori dal finestrino, e talvolta entra alla sua corte, dentro l'abitacolo. Uno dei due grandi film sulla crisi del capitalismo finanziario occidentale, insieme al più "realistico" "Margin Call"

Margin Call
Volete vedere da vicino la scintilla che fece scoccare l'incendio della crisi finanziaria dei titoli subprime in America, con il fallimento della banca Lehman Brothers nell'ormai storico 2008? Ecco servito la pregevole "tragedia shakespeariana finanziaria" diretta da J.C. Chandor e affidata a un cast impeccabile con Kevin Spacey, Jeremy Irons, Paul Bettany, Stnaley Tucci e Demi Moore. Il film ci concede di essere presenti nella fatidica notte in cui un normale broker si rese conto, spulciando cifre al computer, di come il grande castello della finanza speculatrice Usa fosse costruito sul fondamenta di carta. Un crescendo da thriller in un'unità di spazio e tempo teatrale. Da vedere

The Lady
Il regista francese Luc Besson si affida all'attrice Michelle Yeoh per realizzare un film che è stato definito "necessario". La protagonista assoluta è infatti il Nobel per la Pace ed ex dissidente birmana Aung San Suu Kyi, figlia di un eroe nazionale birmano trasformatasi in una speranza per il proprio paese. Tornata per motivi famigliari in Birmania da Londra (dove viveva come semplice casalinga moglie di un professore universitario inglese) , la donna si trasforma nell'avversario numero uno della giunta militare al potere. Reclusa nella sua abitazione, la piccola grande donna accetta ogni prova del destino, a cominciare dalla lontananza forzata dal marito e dai figli, per ottenere la libertà per i propri compatrioti. Una storia vera e commovente

Il Sentiero
Chicca di questa prima metà del 2012 insieme ad altri titoli certo non "mainstream" come "A Simple Life" e "Polisse", questo dramma bosniaco diretto da Jasmila Zbanic è la storia di Luna, una hostess di Sarajevo (interpretata dalla brava e bella Zrinka Cvitesic) costretta a cimentarsi con l'incubo dell'integralismo islamico. Legata al fidanzato Amar, un controllore di volo col vizio del bere, Luna si vede la vita cambiare sotto gli occhi: Amar perde il lavoro e, nei giorni della frustrazione, incontra un vecchio amico dei tempi del militare, nel frattempo entrato in una comunità integralista. Amar si lascia coinvolgere in questa comunità e, aiutato dal Corano, si allontana dal vizio dell'alcol. Ma la sua interpretazione integralista lo trasforma in un tiranno, che sembra poter privare la vita di Luna della benché minima libertà personale. Contesa tra amore e rispetto per sé stessa, luna prenderà una decisione per lei fondamentale. Narrato senza inseguire luoghi comuni ma con una straordinaria onestà, "Il Sentiero" è un film coraggioso e che sa "spettinare" le comodità del buonismo politicamente corretto occidentale.

A Simple Life
Una storia che ha commosso il pubblico di tutto il mondo. Il film della cinese (di Hong Kong) Ann Hui è un gioiello di sensibilità e finezza, affidato a un cast eccellente. La storia vede protagonista un giovane e abbiente professionista (Andy Lau) legato profondamente alla sua vecchia domestica (Deanie Ip), che l'ha cresciuto sin da piccolo. La famiglia originaria si è trasferita in America, mentre il giovane vive ancora a Hong Kong, dove lavora nel campo cinematografico. L'anziana "amah" (particolare domestica che provvede a tutto e finisce per essere una seconda madre, tanto da scarificare la propria vita personale) è ormai stanca e malata, così che il suo figlioccio la trasferisce in un ospizio e ne prende amorevolmente cura. Fino alla morte. Un film che vive sugli sguardi, sulle parole che hanno un peso e sul sentimento del rispetto e della riconoscenza

Quasi Amici
I francesi, di questi tempi, godono di un pregiudizio favorevole sul fronte della commedia. L'ottimismo che porta il pubblico nelle sale a vedere i loro film non sempre viene premiato dalla qualità. Ma una commedia sentimentale come questo film di Olivier Nakache — film che ha sbancato i botteghini in Francia e ha commosso milioni di spettatori — è senza dubbio un'operazione riuscita. Qui in Italia ha potuto godere di un successo dei più solidi, basato cioè sul classico passaparola. La storia è quella di un rapporto dapprima ostico e poi sempre più amichevole tra un maturo, piacente miliardario diventato paralitico (François Cluzet) e un ragazzo nero (Omar Sy, star tv transalpina) delle banlieues, disoccupato e svogliato, affidato al suo accudimento. Senza smancerie, senza (grazie al cielo!) buonismi politicamente corretti, ma con molta poesia, persino un tocco di comicità e il pungente ma necessario, a tratti, sapore del cinismo, "Quasi Amici" è il film che ti conquista.

Ferruccio Gattuso

Ultimi post

Altri post >>