River Phoenix rivive in “Dark Blood”, il suo ultimo film

A vent'anni dalla morte dell'attore, il regista George Sluizer ha completato il montaggio di "Dark Blood", l'ultimo film in cui ha recitato River Phoenix. Il suo lavoro sarà presentato il 27 settembre in occasione del Netherlands Film Festival di Utrecht.

[ATTORI MORTI TRAGICAMENTE DURANTE LE RIPRESE]

Il bellissimo protagonista di "Stand by me" fu stroncato da una overdose nella notte di Halloween del 1993: il suo corpo fu trovato fuori della Vip Room di Los Angeles.

Alla morte dell'attore, il film di Sluizer non era ancora finito, ma il regista non buttò la pellicola e dopo vent'anni è riuscito a chiudere la pellicola senza la presenza dell'attore. Le precarie condizioni di salute del regista olandese, oggi 80enne, lo hanno convinto a completare il film che oggi dura 86 minuti. Come rivela sua figlia Anouk: "Mio padre aveva già girato l'81% del film". Il resto lo si è terminato in post-produzione. Grazie all'aiuto di Joaquin Phoenix, Sluizer ha avuto il necessario supporto al doppiaggio, anche se in un comunicato si legge che "Joaquin Phoenix e la sua famiglia non sono rimasti in contatto con il regista e non hanno partecipato in nessun modo al film."

In "Dark Blood" Phoenix interpretava un ragazzo, Boy, rimasto vedovo dopo la morte della moglie avvenuta a causa dei test nucleari svolti in prossimità della loro abitazione. Boy si chiude in casa e comincia ad essere ossessionato con le teorie sulla fine del mondo. Dopo aver salvato una coppia in luna di miele, decide di prendere in ostaggio i due per poi innamorarsi della donna, interpretata da Judy Davis.

Ultimi post

Altri post >>