Un sapore di ruggine e ossa vince il Festival di Londra 2012

un-sapore-di-ruggine-e-ossaUscito a mani vuote dal Festival di Cannes, suscitando la sdegnata indignazione dei francesi, Un sapore di ruggine e ossa di Jacques Audiard ha trionfato al BFI London Film Festival. Nelle sale d'Italia dallo scorso 4 ottobre, il film di Audiard punta prepotentemente agli Oscar 2013, con Marion Cotillard, sua sublime protagonista, tra le favorite principali alla vittoria finale.

"Jacques Audiard ha un modo unico di scrivere, creare musica, montare, fotografare, e dirigere. Fa parte di quel piccolo gruppo di registi che hanno il controllo totale della propria opera e possono integrare ogni elemento del processo creativo pensando ad un unico scopo: fare di Un sapore di ruggine e ossa un film pieno di cuore, violenza, amore".

Al centro della trama, tratta dai racconti Ruggine e Ossa di Craig Davidson, Alì, padre solitario che si deve occupare di Sam, 5 anni. E' suo figlio ma lo conosce appena. Senza casa, senza soldi e senza amici, Ali va a stare da sua sorella ad Antibes. Lì all'improvviso va tutto meglio, sua sorella li ospita nel suo garage, si occupa del bambino e c'è sempre il sole. Dopo una rissa in un locale notturno, il destino di Ali si incrocia con quello di Stéphanie. L'accompagna a casa e le lascia il suo numero di telefono. Lui è povero; lei è bella e molto sicura di sé. Una principessa. Sono l'una l'opposto dell'altro. Stéphanie addestra orche in un parco acquatico. Lo spettacolo notturno si trasforma in dramma e una telefonata nel cuore della notte li fa ritrovare. Quando Ali la rivede, la principessa è costretta su una sedia a rotelle: ha perso le gambe e molte illusioni. Ali aiuterà Stéphanie con semplicità, senza compassione, senza pietà. Lei tornerà a vivere.

Ultimi post

Altri post >>