Zorro è ri-nato

Gael Garcia Bernal: sarà lui a vestire i panni di Zorro questa volta!Solo su Yahoo!
"Appunti di regia": la rubrica che ogni settimana guarda il mondo del cinema dall'interno, per svelarti retroscena e curiosità.

Come diceva qualcuno qualche tempo fa, le parole sono importanti. Le alte sfere della produzione hollywoodiana e i maestri del marketing questo lo sanno bene. Negli ultimi anni i termini "sequel", "prequel", "spin-off", "remake" si sono succeduti uno dietro l'altro e ormai rimbombano nelle nostre orecchie in maniera un po' vuota. Sarà per questo che insieme alla notizia di due grandi ritorni di personaggi già visti all'opera in tempi recenti, sono stati usati due termini diversi, nuovi.

Oggi veniamo a sapere che la 20th Century Fox ha deciso di "resuscitare" Zorro, donandogli una nuova vita nei panni di Gael Garcia Bernal. E così dopo Antonio Banderas Hollywood ha reclutato un altro attore "latino" per la parte del paladino mascherato.

SALMA HAYEK IN SPLENDIDA FORMA E ANTONIO BANDERAS SUL RED CARPET DEI GOYA 2012: LE FOTO

Non si tratta, come si potrebbe pensare, di un seguito, né di un rifacimento. Non è "Zorro begins" e non è nemmeno, come abbiamo sentito ultimamente con il nuovo Spider-Man, un "reboot". A quanto pare si tratta di una vera e propria rinascita. Almeno a giudicare dai dettagli che sono trapelati e dal titolo: Zorro reborn.

Il riavvio di quello che potremmo ormai definire come un franchise cinematografico arriva a sette anni di distanza dalle pellicola di Martin Campbell, che già era un sequel de La maschera di Zorro del 1998. Insomma la sensazione che si fa strada prepotentemente è che se le idee non sono finite poco ci manca, o perlomeno episodi del genere danno molto materiale a chi la pensa così.

La nuova avventura dello spadaccino dall'inconfondibile Z però non sarà ambientata in Messico o in California come in passato, ma in un futuro post-apocalittico. L'azione si svolgerà in un deserto, mantenendo così il feeling western, ma il nostro eroe sarà meno buono delle sue precedenti incarnazioni. Tornato alla vita secoli dopo il suo tempo, Zorro infatti è diventato un vigilante mascherato in cerca di vendetta.

Non è ancora stato individuato un regista, ma la presenza di Gael Garcia Bernal sembra più che certa. Di certo lo aspetta un compito non facile: vestire i panni che prima di lui sono stati di Douglas Fairbanks, Tyron Power, Alain Delon e Antonio Banderas.

Anche se bisogna ricordare che Bernal finora ha lavorato con registi di tutto rispetto come Alejandro Gonzalez Inarritu, Alfonso Cuaron, Walter Salles, Michel Gondry, Fernando Meirelles e Pedro Almodovar è lecito chiedersi: sarà all'altezza?

Se si tratta di un ritorno poco atteso e piuttosto scontato, va detto che la 20th Century Fox non è stata l'unica ad avere questa idea. La Sony Pictures infatti, responsabile degli ultimi due lungometraggi di Zorro, ha deciso a sua volta di produrre una sua nuova versione.

Le intenzioni sarebbero quelle di un racconto che rimanga fedele alla leggenda originale e il punto di partenza dovrebbe essere proprio il recente romanzo della scrittrice cilena Isabel Allende dal titolo "Zorro. L'inizio della leggenda".

Insomma tirando le somme di tutto il discorso sembra proprio una storia già vista e rivista, anche in tempi recenti, che viene riproposta per l'ennesima volta e addirittura in contemporanea da due grandi case di produzione. Viene da chiedersi: Hollywood cosa c'è dopo di questo?

di Roberto Artigiani

Ultimi post

Altri post >>