Resident Evil Retribution 3D: Milla Jovovic sexy Alice nel paese degli Zombie [RECENSIONE]

Solo su Yahoo!

Le Belle e le Bestie. Avvenenti killer in tute attillate, in eterno combattimento contro zombie sempre più schifosi, assetati di sangue, e ultimamente anche capaci di sfornare, dalle fauci, orrendi tentacoli carnosi. La sfida sembra non avere fine, ma da Hollywood fanno sapere che, invece, quella fine ci sarà: alla prossima avventura. Insomma, la saga "Resident: Evil" - nata dall'omonimo videogame — si fermerà al sesto episodio. Con "Resident Evil: Retribution 3D", però, facciamocene una ragione, siamo ancora al quinto.

E la parentela con il videogame amatissimo dai teenager è, se possibile, ancora più stretta. Dopo solo mezz'ora di film — diretto con abilità da P.W.S. Anderson, specialista della saga in questione — tutto è chiaro: la trama è qualcosa di esile; la struttura dell'avventura è infallibilmente a "quadri", proprio come un videogame; infine, la sceneggiatura si limita a battute ininfluenti. Anzi, la parola si mostra quasi come un elemento di disturbo in quella che è una rutilante corsa tra corridoi e stanze infestate da mostri ruggenti. Sono dieci anni che la stupenda Milla Jovovich - supermodel casualmente attrice — interpreta Alice nell'eterna sfida con la multinazionale commerciale Umbrella Corporation e, a giudicare dal sublime viso dell'eroina in questione, sembra che non sia passata una settimana. Il tempo, invece, si sente tutto nelle situazioni narrate: sinceramente, non se ne può più di vedere la Bella (affiancata in questo caso da pregevoli colleghe di avvenenza e agilità come Michelle Rodriguez, Sienna Guillory e Ali Larter) compiere evoluzioni incredibili per uccidere orde di zombie nei modi più impossibili.

Resident Evil: RetributionIl letale virus "T" creato dalla Umbrella Corporation continua a devastare la Terra, trasformando la popolazione mondiale in legioni di non morti affamati di carne umana. L'ultima speranza per l'umanità è ancora una volta Alice che, risvegliatasi all'interno della struttura più recondita della Umbrella, verrà a conoscenza di misteriosi eventi del suo passato. Senza un rifugio sicuro, Alice andrà ancora una volta alla ricerca dei responsabili dello scoppio dell'epidemia: un inseguimento che la porterà, insie

La vil pecunia, comunque, dimostrerebbe che hanno ragione loro, le volpi di casa Warner: il franchise di "Resident: Evil" ha infatti fino a oggi incassato la bellezza di 675 milioni di dollari. Venendo alla trama, basti dire che Alice è l'ultima speranza per la razza umana, decimata dai mostri creati dal T-Virus della Umbrella Corporation. Risvegliatasi all'interno di una struttura clandestina della Umbrella, la super-eroina deve cercare di fuggire, ritrovandosi in set artificiali rievocanti grandi città come Tokyo, New York, Mosca e Washington. La salvezza per gli uomini risiede nel dna della Nostra, ma la sensazione (oltre che le regole del futuro episodio numero 6...) è che Alice dovrà aspettare ancora un po' per godersi una Terra libera dai voraci zombie creati dal T-Virus. Tra i momenti topici del film, il primo è intorno al ventesimo minuto: Milla Jovovich si risveglia come mamma l'ha fatta, coperta di due sottili veli davanti e dietro la sua perfetta silhouette. La vera suspense, in questo caso, non sono i mostri, quanto piuttosto la probabile caduta dei due veli...

Ferruccio Gattuso

Resident Evil: Retribution 3D
Regia: P.W.S. Anderson
Cast: Milla Jovovich, Michelle Rodriguez, Sienna Guillory
Distribuzione: Warner Bros
Uscita nelle sale: 28 settembre

Ultimi post

Altri post >>