Titanic 3D

Solo su Yahoo!

"Titanic" ritorna. Risalpa con la sua potenza e il suo peccato di hybris, riaffonda per un tragico gioco del destino e per l'arroganza degli umani. Riporta, soprattutto sul grande schermo Leonardo Di Caprio e Kate Winslet in una delle più struggenti storie d'amore racconta al cinema (e si rassegnino i detrattori o i cinefili d'essai con la puzza sotto il naso). Insomma, torna "Titanic" di James Cameron, il più grande incasso della storia del cinema fino all'avvento di "Avatar" (sempre di James Cameron), il film che fece urlare al regista il suo "Sono il re del mondo!" e soprattutto la trama che, astutamente, seppe sposare storia con la esse minuscola e maiuscola, in un intreccio magico di vite individuali e disastro collettivo.

Parlare oggi dell'incontro tra l'umile e gioioso Jack (Di Caprio) e la nobile e rivoluzionaria Rose (Winslet) a bordo del Titanic, della loro infatuazione , della minaccia al loro amore costituita dal perfido riccastro Cal (Billy Zane), del sacrificio supremo di Jack e del ricordo di una Rose centenaria sopravvissuta al disastro, non avrebbe senso. Il ritorno di "Titanic" avviene, a proposito di centenario, quasi allo scoccare del triste compleanno secolare del disastro del transatlantico più famoso della storia, avvenuto nella notte del 15 aprile 1912. L'anniversario finisce, nei laboratori di Hollywood, astutamente trasformato in un'operazione commerciale: James Cameron porta il suo "figlio prediletto", infatti, nuovamente sugli schermi in versione 3D. Che non sarà un 3D "nativo", come si dice, ma che si rivela un'operazione di buona fattura.

Kate Winslet oggi e Kate Winslet come appariva ai Golden Globes del 1998, subito dopo aver girato Titanic... Kate era molto diversa e molto meno "sofisticata" di come appare oggi.Kate Winslet oggi e Kate Winslet come appariva ai Golden Globes del 1998, subito dopo aver girato Titanic... Kate …

Sin dalle prime immagini si intuisce come la veste tridimensionale sappia portare lo spettatore letteralmente a bordo della storia (e soprattutto del Titanic). Perché assistere ai movimenti della sonda video degli esploratori — a inizio film - attraverso le stanze sommerse del relitto della nave adagiata sul fondo dell'Atlantico è indubbiamente spettacolare. Così come a divertire l'occhio sono le panoramiche aeree sul transatlantico. L'acme del sollazzo tridimensionale, poi, lo si ha nelle scene del disastro: l'occhio è letteralmente trascinato nei corridoi inclinati della nave ferita, schiva il mobilio travolto dalle acque, assiste attonito al sollevarsi della poppa del gigante nautico prima di spezzarsi, freme nel vedere Jack e Rose in cima a quell'angolo di nave dove si sono conosciuti e dove attendono l'inabissamento verticale.

Tutto questo per dire che, sì, l'operazione in 3D di "Titanic" ci sembra un divertissement che può avere senso. Anche se gli specialisti del 3D avranno sicuramente da ridire. Ci dimostra, inoltre, come il film di Cameron, nonostante l'evoluzione effettistica speciale visiva degli ultimi anni, si difenda ancora bene, e resti un kolossal capace di stupire. A essere invecchiata, forse, è la colonna sonora, appesantita da arrangiamenti che oggi ci sembrano stucchevoli.

Ferruccio Gattuso

Titanic 3D
Regia: James Cameron
Cast: Leonardo Di Caprio, Kate Winslet, Billy Zane
Distribuzione: 20th century Fox
Uscita nelle sale: 6 aprile

Ultimi post

Altri post >>