“Vicini del Terzo Tipo”: Ben Stiller, quando la comicità è d’inerzia

Solo su Yahoo!

Vicini del terzo tipoLe facce, ci sono tutte. Ben Stiller e la sua lunarità da uomo medio fragile e per bene, Vince Vaughn e la sua fisicità da stallone godereccio con faccia da schiaffi, Jonah Hill (dimagrito!) e il suo "distacco" di perfetta scuola comica. E poi, a chiudere il cerchio degli stralunati, il british Richard Ayoade (che però nel doppiaggio italiano perde tutto il suo tocco d'oltremanica). A tradirli è però il copione. "Vicini del Terzo Tipo" - in uscita nelle sale italiane l'8 novembre — è infatti una commedia che non partirebbe da presupposti così malvagi, se però non si arenasse, progressivamente, in una comicità d'inerzia nella quale qualche battuta efficace brilla come nemmeno un cerino acceso. Una fiammatina e via.

A Glenview, Ohio, una tranquilla cittadina americana tipicamente corredata di villette a schiera, bandiere americane appese sul tetto della veranda, giardinetto e centro commerciale ordinato dove passare i sabati pomeriggi, cala l'ombra della morte. Proprio nel centro commerciale di cui sopra, diretto dallo scrupoloso e noiosetto Evan (Stiller), una notte viene assassinato in modo sanguinolento il custode notturno. A noi che guardiamo lo schermo è dato di intuire l'entità aliena del killer: qualcosa di veloce e implacabile che si avventa sulle proprie vittime e, a fine caccia, preleva la pelle della preda. Ma per la polizia locale, lo sconvolto Evan e la cittadinanza tutta l'assassino non può che essere un uomo, magari un serial-killer. E siccome Evan a quell'Eden suburbano che si è ritagliato attorno ci tiene un sacco, eccolo organizzare un team di vigilanza notturna. Chi c'è, c'è. Bene, all'indirizzo di casa sua si presentano solo in tre, per l'appunto il terzetto composto da Bob (Vaughn) , Frankin (Hill) e Jamarcus (Ayoade). Evan vuol fare le cose sul serio, mentre gli altri tre vogliono semplicemente evadere dalla noia totale della vita di provincia. Con mille difficoltà, Evan riesce a disciplinare i nuovi amici e, una notte in cui scoprono uno strano oggetto in un prato, cominciano a rendersi conto della strana entità piovuta nella zona. Credeteci o meno, ma al poker di fessi è concesso il nobile ruolo di essere l'ultima difesa terrestre contro un'invasione aliena.

Akiva Schaffer, già regista del "Saturday Night Live" e di "Hot Rod", perde la sua preziosa occasione cinematografica, sciorinando una commediola innocua che non prende mai per la collottola l'immaginazione di chi guarda. L'intento è forse quello di parodiare cult movie del genere de "L'Invasione degli Ultracorpi"? Mah. La carta Ben Stiller, lo sa bene chi segue fedelmente la commedia comica americana, può regalare gioie o dolori. Per capirci, qui non siamo nei paraggi di titoli come "Zoolander", "Una notte al museo" o finanche "Tropic Thunder".

Ferruccio Gattuso

Vicini del Terzo Tipo
Regia: Akiva Schaffer
Cast: Ben Stiller, Vince Vaughn, Jonah Hill
Distribuzione: 20th Century Fox
Uscita nelle sale: 8 novembre

Intervista - The Watch | Yahoo! Cinema ITVicini del terzo Tipo su Yahoo! Cinema. Scopri il trailer, i protagonisti e le foto di Vicini del terzo Tipo nelle pagine speciali di Yahoo!.

Ultimi post

Altri post >>