Notizie dal Festival Internazionale del Film di Roma 2012

  • Il Quinto potere - Poster

    Sbertucciato dalla critica, odiato dal 'vero' Julian Assange e snobbato persino dagli spettatori. Il Quinto Potere di Bill Condon è stato incoronato da Forbes 'flop del 2013'. Costato 28 milioni di dollari, il film con Benedict Cumberbatch e Daniel Bruhl mattatori ha infatto incassato solo 8,551,914 dollari in tutto il mondo, 3,251,914 dei quali in America. Un vero e proprio disastro che è costato ai produttori oltre 20 milioni di dollari in perdite.

    Medaglia d'argento per il sottovalutato Bullet to the head, presentato al Festival di Roma del 2012, diretto da Walter Hill ed interpretato da Sylvester Stallone. Solo 9,489,829 i dollari incassati in tutto il mondo, dopo esserne costati circa 25, per un ritorno all'action anni 80 inspiegabilmente snobbato. Terza posizione per il thriller Paranoia, interpretato da divi del calibro di Liam Hemsworth, Gary Oldman, Harrison Ford ed Amber Heard, costato 35 milioni eppure fermatosi ai 13,785,015 worldwide, mentre non è andata meglio a Broken

    ...Continua »

  • Christian Bale


    Christian Bale è stato Bruce Wayne per 7 anni. Da Batman Begins del 2005 a Il cavaliere oscuro - Il ritorno del 2012, passando per Il cavaliere oscuro del 2008. Una trilogia firmata Christopher Nolan che ha ridefinito il concetto di 'cinecomic', tanto da lasciare in eredità un macigno di non poco conto ai suoi successori. Primo tra tutti Ben Affleck, annunciato nuovo Batman nell'imminente The Man of Steel 2, film che lo vedrà scontrarsi addirittura con Superman.

    Attualmente in promozione con Out of the Fornace, visto la scorsa settimana al Festival di Roma, Bale ha voluto mandare i suoi auguri al divo lo scorso anno Premio Oscar in qualità di produttore con Argo, seminando consigli a dir poco preziosi...

    Gli faccio i migliori auguri. Ha grande esperienza come attore e come regista e farà suo il ruolo. Noi abbiamo finito, abbiamo sempre dichiarato che fosse finita e che ci sarebbe stato un altro attore e ce ne sarà un altro ancora dopo di lui. L’unica cosa che gli ho detto è di assic

    ...Continua »

  • Scarlett Johansson

    Scarlett Johansson

    Una polemica a distanza tra Festival da tempo 'rivali'. Paolo Virzì, direttore del Festival di Torino che domani prenderà il via con l'apertura di Last Vegas, è infatti passato all'attacco del Festival Internazionale del Film di Roma, conclusosi pochi giorni fa dopo 9 giorni di 'ricco' red carpet.

    Sul tappeto rosso di Roma si sono infatti visti attori del calibro di Joaquin Phoenix, Scarlett Johansson, Jennifer Lawrence, Rooney Mara, Jared Leto, John Hurt e Sophie Turner, tanto da portare la manifestazione ad un vero e proprio bagno di pubblico. Peccato che portare certi nomi ad un Festival 'costi', ha ricordato Virzì, ieri intervenuto in conferenza stampa e assai abile nel togliersi qualche sassolino dalle scarpe. L'affondo nei confronti del carrozzone romano è stato quasi inevitabile.

    "Quando voi vedete Scarlett Johansson che sfila sul red carpet romano dovreste metterle anche un cartellino del prezzo, immaginatevi proprio il mucchio di banconote che cammina. E sappiate che sono ban

    ...Continua »

  • La giornata finale del Festival di Roma è quella della riflessione a freddo dopo l'adrenalina della premiazione, avvenuta ieri. Così, all'Auditorium sarà possibile vedere tutti i film che ieri hanno ricevuto un premio, a partire dall'italiano Tir di Alberto Fasulo, vincitore del Marc'Aurelio d'Oro come miglior pellicola. Un verdetto che ha ribaltato le previsioni della vigilia, concentrate sui possibili successi di Her (con Joaquin Phoenix e la voce di Scarlett Johansson) e Dallas Buyers Club (con Matthew McConaughey e Jared Leto).

    Ma questa domenica all'Auditorium sarà caratterizzata anche da tre prime. La massima attenzione è per Sou Duk (Saodu / The White Storm) di Benny Chan, maestro del film d'azione. Il lavoro presentato a Roma è il primo poliziesco a produzione internazionale filmato in Cina, oltreché l'opera più spettacolare e costosa di quest'annata cinematografica cinese.

    Le altre due prime mondiali sono poi l’inedito I funerali di Fellini, di Denver M. Beattie, Fausto Brizzi,

    ...Continua »

Impaginazione

(Elementi 46)