Tv: la Costituzione di Benigni parte dall'ironia su Berlusconi

Roma, 17 dic. (Adnkronos) - E' partito dai rigraziamenti ai vertici Rai, poi al presidente della Repubblica, poi al Papa, poi ad uno che "sta sopra al Papa": per concludere "Silvio Grazie". Roberto Benigni apre cosi' la serata tra storia e spettacolo che l'attore e regista Premio Oscar ha deciso di dedicare ai dodici principi fondamentali della nostra Costituzione in uno show che ha voluto intitolare 'La piu' bella del mondo', che va in onda su Rai1 in diretta dallo storico Teatro 5 di Cinecitta'. riaperto e ristrutturato dopo l'incendio di qualche mese fa. Un'operazione per certi versi analoga a quella portata sul palco del Teatro Ariston di Sanremo con l'esegesi dell'Inno di Mameli, in occasione della serata dedicata ai 140 anni dell'Unita' d'Italia durante il Festival del 2011.

"L'italia -dice Benigni- sta passando un periodo difficile. Tra poco e' Natale ma a dicembre abbiamo avuto due notizie catastrofiche: una e' che tra quattro giorni e' prevista la fine del mondo, l'altra terrificante e' che c'e' un italiano che potrebbe andare in pensione e non c'e' verso di mandarcelo. S'e' ripresentato: Signore pieta'", dice con chiaro riferimento a Berlusconi. "Per la sesta volta s'e' ripresentato. Ha detto che la settima si riposa. Sembra un film dell'orrore 'Lo squalo 6', 'La mummia contro Bersani'. Poi, sembra che ce l'abbiamo sempre con lui. Ma a questo punto e' chiaro che e' lui che ce l'ha con noi. Ha diviso l'Italia in due: meta' contrari, meta' disperati", ha detto Benigni.

Ad una prima parte di satira e comicita' su argomenti d'attualita', seguira' la seconda in cui Roberto Benigni raccontera' la grandezza dell'Italia, analizzando le fasi che hanno caratterizzato la nascita del nostro ordinamento, l'opera piu' ispirata nata dalle menti dei padri fondatori della Patria. Per la diretta, l'attore toscano e' circondato da un pubblico composto anche da ragazzi, perche' e' soprattutto ai giovani che Benigni vuole rivolgersi spiegando che la Costituzione "ancora respira". L'evento, prodotto dalla Melampo Cinematografica, e' organizzato da Lucio Presta con la produzione esecutiva di Arcobaleno Tre, e vede la partecipazione di Stefano Vicario, che cura la regia delle riprese in Full HD, e di Massimo Pascucci, direttore della fotografia. La scenografia, allestita con circa 100 metri cubi di legno, e' di Gaetano e Chiara Castelli, la realizzazione scenografica e' di Cinecitta' Studios, le riprese televisive della Rai Radiotelevisione Italiana, con supporto audio e luci della DB Technology.

Ultimi post

Altri post >>